Zia Antonella
29 Aprile 2019
Don Eligio
29 Aprile 2019

Zio Alfonso

Il “Piccolo-grande” Pierangelo

Per chiunque, dei miei colleghi ed amici, che ha avuto modo di conoscere Pierangelo, le sensazioni erano identiche: E’ un ragazzino che già si comporta da adulto: Ha qualcosa di particolare: Il suo modo di fare dimostra già una certa maturità. Frasi che echeggiano nel mio intimo e che si ripetono ogni qualvolta incontro tali persone, tenendo vivo il ricordo del mio tanto amato nipote-fratello. Ciò che lo distingueva era il suo portamento fiero e sicuro e la sua profonda tranquillità nell’affrontare le cose quotidiane, oltre alla vasta e crescente cultura abbinata ad una profonda passione per lo studio e la voglia di sapere,di conoscere ed in particolare di confrontarsi. Nella famiglia, nonostante la giovane età, aveva già assunto un ruolo di riferimento, non solo per i più piccoli ma per noi tutti, e continua ad esserlo con il suo profondo messaggio lascito in eredità. Avere Pierangelo al proprio fianco era, e lo è tuttora, un motivo in più per affrontare nel verso giusto la vita quotidiana: giocare, scherzare e fare il serio, nel vero senso della parola, quando vi era il bisogno. La sua precoce saggezza e determinazione davano coraggio e conforto anche nelle situazioni più delicate, avendo sempre e comunque una visione più alta e completa delle singole cose. Nello stesso tempo era compagno di giochi, pronto sempre ad intervenire con il sarcasmo, coinvolgendo tutti, anche nei momenti più difficile, con il suo insostituibile e indimenticabile sorriso.

Quel sorriso che continua a donarti gioia, trasmettendoti sensazioni diversamente impercettibili, tali da farti comprendere cose inimmaginabili, solo attraverso il suo sguardo, così profondo e penetrante, che poteva tranquillamente sostituirsi alle parole. La percezione personale, arricchita dalle altrui conferme, sulla figura di Pierangelo, mi fa cogliere emozioni profonde, che vanno oltre alla semplicità dell’essere fiero di avere un nipote come lui, tali da affascinarmi e coinvolgermi in uno stile di vita semplice ed umile, povero da un punto di vista materiale, ma ricco per ciò che concerne le conoscenza, i sentimenti e la gioia dell’animo. Il cammino terreno di ognuno di noi ha bisogno di conforti e riferimenti.

Per la mia vita l’esempio tangibile è costituito dal contatto diretto con Pierangelo attraverso il quale è presente in me una sempre più crescente esigenza di Fede e di vicinanza alla parola di Dio, sulla base del suo esempio di vita e dei suoi rimandi.

Il mio desiderio profondo è quello di sperimentare sempre più tale rapporto, tenendo vivo il ricordo fraterno, attraverso la testimonianza e la dedizione verso il prossimo, tali da contribuire ad accrescere sempre più il senso dell’amore e rispetto reciproco.

Quello che ti chiedo Pierangelo è la tua costante e viva presenza nella mia vita, con i soliti consigli e raccomandazioni ed il tuo inconfondibile sorriso da “ furbetto”.

 

Un bacio, da Zio Alfonso

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *